REFRESHING

17.8.16




Capelli secchi che si spezzano? Arruffati come il pelo trascurato di un amorevole barboncino? Profondo odio per il balsamo, perché appesantisce, e non di poco, la vostra chioma? No problem, quel che fa per voi è la mirabolante tecnica del Refreshing, ossia, in gergo comune, senza pomposi inglesismi, la"rinfrescata".

Di che si tratta? Beh, è una delle tecniche più semplici e veloci per mantenere il capello in perfetta salute. In che consiste? Nella sinergia tra balsamo, necessariamente corposo e dall'alto potere districante, e tempo di posa, istantaneo (si applica il balsamo sulle intere lunghezze e lo si risciacqua immediatamente, senza aspettare i fatidici minuti riportati sulla confezione).
L'effetto finale? Una reale idealità: capelli docili al pettine, morbidi e leggeri.

I miei balsami preferiti da usare per lo scopo? Il  primo posto se lo aggiudicano gli Express Conditioner di Phyto (appositamente studiati per la suddetta tecnica), il secondo, il Balsamo Crema Ricostituente Tesori di Miele della linea Ultradolce di Gariner e il terzo, non tanto per le performance, che sono ottime, quanto per la profumazione (un po' troppo intensa e persistente), il Balsamo Volumizzante Protettivo di Biofficina Toscana.

Se poi, siete temerarie come me, oltre alla fantasmagorica tecnica del Refreshing, potreste sincerarvi sulle presunte proprietà delle creme lavanti (detergenti cremosi estremamente rispettosi dei bulbi piliferi), da utilizzare alternativamente allo shampoo, come, ad esempio, la Phytoelixir di Phyto, novità assoluta in Casa francese, fresca fresca di lancio sul mercato.

"Senza tensioattivi schiumogeni, la formula al decotto di Saponaria deterge delicatamente i capelli e il cuoio capelluto. Questa crema unisce un duo prodigioso di attivi nutrienti: la cera di fiore di Narciso, con proprietà nutrienti e sublimanti, penetra nella fibra per nutrirla e donare immediatamente morbidezza ai capelli. L'olio di Macadamia, tesoro di nutrimento, è uno dei più ricchi in acido grasso palmitoleico. Incapsulato in cronosfere, viene rilasciato gradualmente per relipidare intensamente i vostri capelli e proteggerli per vari giorni."

Per un trattamento express, si utilizza come un normale shampoo, invece, per un trattamento intensivo, prima si distribuisce sui capelli asciutti, e poi, dopo un breve tempo di posa (dai 3 ai 5 minuti), si emulsiona con acqua e si risciacqua.

Funziona?
Non saprei, i due trattamenti mi convincevano poco ed io, da timorosa pioniera, l'ho utilizzata principalmente a mo' di maschera; non mi sono trovata male, ma non ho nemmeno gridato al miracolo.  Che dire di più? "Fate vobis".


Photo from Polyvore


Un saluto grande e al prossimo post ;).

You Might Also Like

4 commenti

  1. Bene, ho scoperto che io in genere, senza saperlo, mi avvalgo del refreshing ;) Ora devo provare usando gli Express Conditioner di Phyto :D

    RispondiElimina
  2. Eheh, sei avanti. Ma io ho notato che in base al balsamo se lo decido io il tempo di posa ho risultati migliori.

    RispondiElimina
  3. Ciao cara, non conoscevo questa tecnica! Per me il refreshing non basta perché i miei capelli sono molto trattati. Però i prodotti di Phyto sono super performanti, quindi probabilmente non richiedono tempi di posa :-) buona giornata! Baci, Valeria - Coco et La vie en rose NEW POST

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio parrucchiere è un genio, mi svela tutti i suoi segreti. Li ho trattati anche io, i capelli intendo. Nel senso che li decoloro spesso. E l'unico balsamo che me li ha salvati (ho provato di tutto, ero disperata, mi si spezzavano e ne perdevo molti) è il Repair di Phyto (sempre Express). Un saluto ;).

      Elimina

Follow me on instagram as @mypinkobsessions