ANCHE L'OCCHIO VUOLE LA SUA PARTE...

24.4.16




Il packaging primario, per intenderci quello a diretto contatto con il prodotto, non ha più come scopo solo quello di proteggere la sua integrità, ma è marketing allo stato puro, un vero e proprio veicolo di promozione del prodotto stesso.
Ma quali sono le caratteristiche che deve rispettare per colpire al cuore e conseguentemente il portafoglio del consumatore?

Definendolo il biglietto da visita di una Azienda, non solo deve valorizzare il prodotto in esso contenuto, ma deve lasciare un segno indelebile nella mente del possibile acquirente. Ecco che entrano in gioco la fattura, l'estetica ( termine strettamente correlato al design)  e il marchio. Sono tre caratteristiche imprescindibili, che necessitano di particolare attenzione. Se ne viene meno una, decade immediatamente il concetto di successo comunicativo.

Veniamo ad esempi concreti.

La buona fattura (andrebbe fatto un discorso a parte anche sulla scelta dei materiali e sulla sicurezza, intesa come rispetto dell'ambiente e della salute del consumatore, ma non voglio ammorbarvi troppo) rende il ciclo di vita del packaging più lungo e di conseguenza il consumatore più soddisfatto; il sapere di avere tra le mani qualcosa di solido e resistente all'usura, predispone alla fiducia nei confronti di quel prodotto e conseguentemente nei confronti dell'Azienda produttrice.

L'estetica rimane comunque il punto chiave; senza un buon design dell'oggetto la strategia di marketing decade. Design è colore, grafica, forma, peso, dimensioni e comunicazione.

A livello di colore, a parer mio con il bianco e il nero non si sbaglia mai, sono il simbolo dell'eleganza e della professionalità. Ne fanno largo uso marchi come Chanel, Nars, Mac, Lancome, Shiseido, Smashbox, Kiko, Neve Cosmetics, Mitchell and Peach, Stop the Water, Less is More e chi più ne ha più ne metta.
Anche il beige unito al marrone ha il suo bel perché, vedi  John Master Organics.
L'oro e l'argento sono un po' più pacchiani, ma rimangono comunque un evergreen, vedi  Ysl, Dior, Clarins, Burberry (ha trovato il giusto compromesso tra lusso ed eleganza con una sorta di argento spento tendente al taupe) ecc.




Se si punta sul colore, è strettamente necessario che la grafica sia accattivante, vedi Benefit e the Balm.




Anche la forma, le dimensioni e il peso hanno la loro importanza. 
Rispettare geometrie ben definite è sinonimo di precisione ed eleganza; sicuramente una forma tonda è più facilmente riponibile (per il calcolo delle probabilità delle sfere posizionate in un sacchetto hanno una superficie di contatto maggiore rispetto a dei cubi; vale anche per gli oggetti dove due dimensioni predominano rispetto alla terza). 
Un appello a Chanel: vorrei vedere il packaging dei blush e delle terre meno ingombrante, magari tondo, con un pratico separatore tra prodotto e specchio, con l'ulteriore funzione di vano porta pennello. 
Noi giovani donne viaggiamo come trottole, abbiamo bisogno di sciccheria ma allo stesso tempo di compattezza, leggerezza e praticità.
Sotto potete ammirare la differenza tra un prodotto compatto e facilmente trasportabile ed uno no.




L'ultimo punto è il logo; il logo è la firma dell'Azienda; un logo semplice e di impatto rimane fisso nella mente e riconduce immediatamente al marchio. La doppia C di Chanel non ha rivali.

Se avete da precisare qualcosa o suggerimenti (magari perché no, anche alle aziende) sentitevi libere di commentare qui sotto ;).

Un saluto grande e al prossimo post ;).

You Might Also Like

20 commenti

  1. Giustissime informazaioni il packaging è fondamentale per la primissima impressione!

    RispondiElimina
  2. Io amo i packaging sfiziosi di Benefit e The Balm, attirano molto la mia attenzione... e comunque nella maggior parte dei casi c'è anche la qualità del prodotto a supporto :)
    Sottoscrivo il tuo appello a Chanel di rendere i packaging più pratici, sono sicura che l'eleganza non ne risentirebbe ;)
    Bacissimi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vediamo se ci ascoltano ;). UN bacione

      Elimina
  3. Benefit ne sa qualcosa del packaging.. Comprerei tutto solo guardandoli.. Chissà quanti studi e lavoro c'è dietro xd

    RispondiElimina
  4. ottime osservazioni :) io vado matta per i packaging di Benefit :)
    un bacio
    www.carmy1978.com

    RispondiElimina
  5. Quanto hai ragione! Io i sono ritrovata a comprare prodotti che nemmeno mi servivano solo per il packaging (vedi Benefit e The Balm)!^^
    Baci!
    S
    http://s-fashion-avenue.blogspot.it

    RispondiElimina
  6. Ciao Barbara, la tua analisi è accurata e concordo sulle tue osservazioni. È vero che l'occhio vuole la sua parte, ma "al giorno d'oggi" il packaging di un prodotto dev'essere soprattutto pratico, leggero, funzionale. Posso perdonare qualche esagerazione ai brand luxury, perché magari non mi metto in borsetta il blush di Chanel per i ritocchi, ma lo espongo vicino allo specchio come accessorio! Riguardo al mio post sugli auricolari, benché sia caduta ignara in un'operazione di mass marketing, onestamente sono un prodotto eccezionale. Il brand li ha svalutati dandone via a quintalate. Baci, Valeria - Coco et La vie en rose NEW POST

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vediamo se ora la connessione mi permette di risponderti accidenti. Oggi non mi va nulla, neanche la stampante. Non è di certo colpa tua per quanto riguarda gli auricolari. E' l'azienda che a sbagliato l'operazione di marketing. Secondo me ha ottenuto l'effetto opposto. Penso che comunque dagli errori si impari, quindi probabilmente la prossima volta starà più attenta ;). Ti credo sul fatto che siano validi. Un saluto ;)

      Elimina
  7. ammetto di esser sempre attratta dal packaging!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io a volte da maniaca, vorrei che le boccette in bagno di abbinassero come colori ahah. Lo so è folle

      Elimina
  8. Quest'articolo è interessantissimo! Bravissima! Concordo pienamente con te.

    Sono una nuova iscritta, passa da me se ti va http://mascaraecioccolato.blogspot.it

    RispondiElimina
  9. io adoro il pack di mac sono innamorata di quasi tutte le collezioni limitate perché amo l'originlità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti è professionale e compatto. Si vede (che ami l'originalità) perché ti esprimi benissimo con il trucco. E io ti invidio, come invidio la zia che è creativa al massimo. Io ho un po' più i paraocchi, ma sono sempre stata così, mi sto lasciando andare un po' di più ora. Sicuramente anche il blog mi ha aiutato molto. Sono abbastanza abitudinaria e diffidente, in tutti i sensi. Spero di far uscire pian piano un po' più di creatività. Un saluto ;), presto ti verrò a trovare sul blog, in questi giorni ho un po' di cose da sbrigare. Un saluto ;)

      Elimina
  10. Il packaging ha la sua bella influenza. Tutto vero e questa tua analisi è perfetta cara. Personalmente come avrai capito non so resistere a quello di Chanel così sofisticato e minimal ma devo ammettere che anche YSL non scherza, sembrano dei gioielli. :)
    Bacione e buona giornata! :*
    Luna
    http://www.fashionsnobber.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un bacione ;). Sono molto stanca e provata. Devo resistere fino a domani, nel week spero di rimettermi in pari. Non mi pubblicate troppo ahah

      Elimina

Follow me on instagram as @mypinkobsessions